Pomino - 2016

ANNATA

Denominazione

Pomino Bianco DOC

Descrizione

Da una delle zone della Toscana più vocate alla coltivazione dei vini bianchi, ad altitudini che raggiungono i 700 metri, un uvaggio di Chardonnay e Pinot Bianco di grande eleganza e raffinatezza.

Andamento climatico

Al Castello di Pomino, l’inverno 2016 non è stato eccessivamente rigido: fatta eccezione per la terza settimana di gennaio, il clima è sempre stato relativamente mite per le medie stagionali. Per contro invece, è stata registrata una piovosità molto elevata per le medie del periodo. Il precoce germogliamento (prima settimana di aprile) è sicuramente da attribuire alle temperature decisamente calde di fine marzo-inizio aprile. I campionamenti effettuati nel mese di maggio per la stima del numero delle infiorescenze, hanno fatto registrare un’incredibile fertilità dei germogli. La fioritura nelle viti – come sempre scalare per l’altitudine crescente dei vigneti di Pomino – si è conclusa il 15 giugno, nella media di ciò che normalmente accade per questa fase fenologica. L’estate è stata ben meno afosa del 2015, tanto che l’invaiatura dei grappoli si è spostata in avanti di una decina di giorni rispetto all’anno precedente. Le giornate soleggiate e asciutte hanno garantito una maturazione degli acini ottimale, che si è tradotta in un buon grado zuccherino senza perdita del tenore in acidità così importante per i vini bianchi di Pomino

Premi e riconoscimenti

  • JamesSuckling.Com91 Punti
  • Pomino

    Caratteristiche del territorio di produzione

    Provenienza Castello di Pomino, Pomino

    Note Tecniche

    Varietà Prevalenza di Chardonnay e Pinot Bianco, con piccole parti di varietà complementari
    Grado Alcolico 12,50%
    Tempo di Macerazione Non svolta
    Fermentazione Malolattica Svolta solo per la parte fermentata in barrique
    Contenitori di affinamento Acciao inox, con una piccola parte in barriques
    Tempo di affinamento 4 mesi in acciaio, 1 mese in bottiglia
    Formati disponibili 0,75 l
    Pomino

    Note Organolettiche

    Pomino Bianco 2016 si presenta nel bicchiere limpido e di color giallo paglierino. Al naso ricorda l’intensità dei fiori di frangipane e gelsomino e le note fruttate di albicocca e mela cotogna; dal calice si sprigionano anche più esotici profumi di frutta tropicale e un fresco sapore di cardamomo. L’attacco in bocca è sapido e vivace, al retrogusto ricorda il lampone maturo. Struttura armonica con finale decisamente persistente. Degustato febbraio 2017.

    Abbinamento

    Aperitivo, antipasti vegetariani, pesci da trancio come salmone

    UN’ESPERIENZA UNICA ED ESCLUSIVA

    VISITE
    SU PRENOTAZIONE

    Possiamo organizzare la visita
    del Castello Pomino
    in base alle tue esigenze.

    la cucina di pomino

    gusta la toscana
    attraverso le nostre proposte

    Vogliamo proporti il sapore e il gusto
    di questo territorio, le migliori ricette della tradizione
    toscana, esaltando il carattere dei nostri vini.