Tenuta Nipozzano Vigneti
Vigneti a Nipozzano
Uva Frescobaldi

MissionandVision

Cultivating Toscana Diversity

La gioia dei piccoli momenti, il piacere dei sapori e del gusto: queste le sensazioni che offre la Toscana e che Frescobaldi vuole dedicare a tutti coloro che vedono nel vino una cultura al di là della vigna e dell’uva. Il sogno della nostra famiglia è condividere lavoro, emozioni e passione attraverso i nostri vini. Una vita dedicata a capire e a valorizzare questi terroir rendendoli parte dello spirito della Toscana come arte del bello e del buono. Mille anni di storia di questa famiglia sono un tesoro unico ed irripetibile di conoscenze e tradizioni; il nostro dovere è condividere e trasmettere alle generazioni future tanta passione, portando avanti il nostro amore per questi luoghi e per queste colline eterne.

Una storia toscana
Anno 1000
Anno 1300
Anno 1800
XX Secolo
XXI Secolo

L’impegno nella viticoltura e nell’agricoltura in generale, rappresenta da sempre l’aspetto caratteristico della famiglia Frescobaldi, che da settecento anni, precisamente dai primi anni del Trecento, produce vino in Toscana. La famiglia, inoltre, annovera tra i suoi antenati illustri letterati, esploratori, musicisti, banchieri, vescovi ed uomini politici. L’archivio custodisce numerosi documenti antichi e fra i registri figurano i contratti commerciali con molte Corti d’Europa a partire dal XIII secolo. Nel XV e nel XVI secolo, la casata fiorentina forniva i vini alla Corte d’Inghilterra e di molti paesi Europei fra cui anche quella Papale. Ancor prima i Frescobaldi intrattenevano rapporti e contatti commerciali con le botteghe di vari artisti famosi fra cui Donatello, Michelozzo Michelozzi, Filippo Brunelleschi.

Attorno all'Anno Mille, i primi esponenti della famiglia si trasferirono a Firenze dalla Val di Pesa, dove ancor oggi troviamo la Tenuta Castiglioni, il più antico possedimento agricolo della famiglia. In quell'epoca le città dell'Italia Centro-Settentrionale si stavano rafforzando economicamente, politicamente e militarmente, ai danni del potere feudale; i signori infatti s’inurbarono, attratti e lusingati dai vantaggi commerciali e politici che le città offrivano.

I Frescobaldi si stabilirono nella parte dell'Oltrarno della città in Piazza de’ Frescobaldi dove vi costruirono la loggia, la torre e il palazzo. Nel 1252 Lamberto Frescobaldi costruì in legno il primo ponte sull’Arno, adesso chiamato Ponte Santa Trinita così da collegare i propri possedimenti con l’antico centro storico di Firenze.

Con grande apertura verso il futuro, gli antenati introdussero nel 1855 in Toscana dei vitigni allora sconosciuti tra cui Carbernet Sauvignon, Merlot Pinot Nero e Chardonnay.​

Il XX secolo è caratterizzato dall’azione di Vittorio, Ferdinando e Leonardo Frescobaldi che hanno dato un importante contributo per elevare la Toscana a luogo di eccellenza per la viticoltura. 

Oggi ha raccolto il testimone Lamberto Frescobaldi che, forte della sua lunga esperienza tecnica, ha l’obiettivo di rafforzare ulteriormente l’unicità dei vini di ogni tenuta di famiglia.

Una storia toscana

L’impegno nella viticoltura e nell’agricoltura in generale, rappresenta da sempre l’aspetto caratteristico della famiglia Frescobaldi, che da settecento anni, precisamente dai primi anni del Trecento, produce vino in Toscana. La famiglia, inoltre, annovera tra i suoi antenati illustri letterati, esploratori, musicisti, banchieri, vescovi ed uomini politici. L’archivio custodisce numerosi documenti antichi e fra i registri figurano i contratti commerciali con molte Corti d’Europa a partire dal XIII secolo. Nel XV e nel XVI secolo, la casata fiorentina forniva i vini alla Corte d’Inghilterra e di molti paesi Europei fra cui anche quella Papale. Ancor prima i Frescobaldi intrattenevano rapporti e contatti commerciali con le botteghe di vari artisti famosi fra cui Donatello, Michelozzo Michelozzi, Filippo Brunelleschi.

Anno 1000

Attorno all'Anno Mille, i primi esponenti della famiglia si trasferirono a Firenze dalla Val di Pesa, dove ancor oggi troviamo la Tenuta Castiglioni, il più antico possedimento agricolo della famiglia. In quell'epoca le città dell'Italia Centro-Settentrionale si stavano rafforzando economicamente, politicamente e militarmente, ai danni del potere feudale; i signori infatti s’inurbarono, attratti e lusingati dai vantaggi commerciali e politici che le città offrivano.

Anno 1300

I Frescobaldi si stabilirono nella parte dell'Oltrarno della città in Piazza de’ Frescobaldi dove vi costruirono la loggia, la torre e il palazzo. Nel 1252 Lamberto Frescobaldi costruì in legno il primo ponte sull’Arno, adesso chiamato Ponte Santa Trinita così da collegare i propri possedimenti con l’antico centro storico di Firenze.

Anno 1800

Con grande apertura verso il futuro, gli antenati introdussero nel 1855 in Toscana dei vitigni allora sconosciuti tra cui Carbernet Sauvignon, Merlot Pinot Nero e Chardonnay.​

XX Secolo

Il XX secolo è caratterizzato dall’azione di Vittorio, Ferdinando e Leonardo Frescobaldi che hanno dato un importante contributo per elevare la Toscana a luogo di eccellenza per la viticoltura. 

XXI Secolo

Oggi ha raccolto il testimone Lamberto Frescobaldi che, forte della sua lunga esperienza tecnica, ha l’obiettivo di rafforzare ulteriormente l’unicità dei vini di ogni tenuta di famiglia.

Gruppo Frescobaldi
Vigneti toscani Frescobaldi
Terra toscana

CultivatingToscanaDiversity

Cultivating Toscana Diversity

Frescobaldi interpreta la diversità toscana

Vogliamo che le tenute di famiglia, con i loro vigneti, siano l’espressione di questa diversità e che i vini riflettano ogni singolo terroir, rispettandone la natura e l’autenticità.

La diversità è anche una promessa di gusti puri, dai vini all’olio d’oliva ai piatti cucinati nei nostri ristoranti.

La diversità si coltiva infine nel Rinascimento delle arti e degli uomini: col mecenatismo del progetto “Artisti per Frescobaldi” e la responsabilità sociale della riabilitazione dei detenuti dell’isola di Gorgona.

 

Agricoltura sostenibile
Certificazione Forestale
Produzione sostenibile​
Fonti energetiche green

Per un eccellenza toscana.
Nelle nostre tenute applichiamo con grande scrupolo tutti i principi dell’Agricoltura Integrata e Sostenibile e dal 2012 sono certificate AgriQualità. La certificazione prevede l’impiego di tecniche agricole ecologicamente sostenibili e compatibili con la tutela dell’ambiente naturale.​

Le tenute di Castello Nipozzano e di Castello Pomino sono inserite in un contesto montano e forestale. Siamo stati i primi ad avere in Toscana la certificazione PEFC per garantire una gestione sostenibile delle nostre foreste.​

Usiamo delle nuove bottiglie, di peso inferiore e rispettose dell'ambiente.​

Questi i vantaggi:​

  • Ridurre l'impiego di vetro​
  • Ridurre il consumo di energia e acqua per il processo produttivo​
  • Ridurre le emissioni di CO2 durante la produzione e il trasporto​

Grazie a queste nuove bottiglie prevediamo di ridurre l'emissione di CO2 di oltre 350 tonnellate l'anno.​ ​

Abbiamo scelto di utilizzare il fotovoltaico come fonte energetica rinnovabile nelle nostre tenute​

  • Il rendimento energetico medio annuo è di 335.435 KWh​
  • Il nostro abbattimento medio di CO2 ammonta a 226 Tonnellate​

Un moderno impianto a pirolisi, alimentato dal legno delle nostre foreste certificate pefc​ Dalla pirolisi del legno di scarto proveniente dalla gestione delle nostre foreste, produciamo ogni anno:​

  • 1.500.000 KWh​
  • 690 ton di CO2 abbattute​
  • 100 ton di ammendante organico per concimare​
Agricoltura sostenibile

Per un eccellenza toscana.
Nelle nostre tenute applichiamo con grande scrupolo tutti i principi dell’Agricoltura Integrata e Sostenibile e dal 2012 sono certificate AgriQualità. La certificazione prevede l’impiego di tecniche agricole ecologicamente sostenibili e compatibili con la tutela dell’ambiente naturale.​

Certificazione Forestale

Le tenute di Castello Nipozzano e di Castello Pomino sono inserite in un contesto montano e forestale. Siamo stati i primi ad avere in Toscana la certificazione PEFC per garantire una gestione sostenibile delle nostre foreste.​

Produzione sostenibile​

Usiamo delle nuove bottiglie, di peso inferiore e rispettose dell'ambiente.​

Questi i vantaggi:​

  • Ridurre l'impiego di vetro​
  • Ridurre il consumo di energia e acqua per il processo produttivo​
  • Ridurre le emissioni di CO2 durante la produzione e il trasporto​

Grazie a queste nuove bottiglie prevediamo di ridurre l'emissione di CO2 di oltre 350 tonnellate l'anno.​ ​

Fonti energetiche green

Abbiamo scelto di utilizzare il fotovoltaico come fonte energetica rinnovabile nelle nostre tenute​

  • Il rendimento energetico medio annuo è di 335.435 KWh​
  • Il nostro abbattimento medio di CO2 ammonta a 226 Tonnellate​

Un moderno impianto a pirolisi, alimentato dal legno delle nostre foreste certificate pefc​ Dalla pirolisi del legno di scarto proveniente dalla gestione delle nostre foreste, produciamo ogni anno:​

  • 1.500.000 KWh​
  • 690 ton di CO2 abbattute​
  • 100 ton di ammendante organico per concimare​

Lavora
Con noi

Compila questo form per la registrazione preliminare.

Nel caso fossi già registrato al nostro portale, accedi da qui.

Nazione
  • Italy
  • United States
  • Albania
  • Antigua and Barbuda
  • Argentina
  • Aruba
  • Australia
  • Austria
  • Azerbaijan
  • Barbados
  • Belarus
  • Belgium
  • Bermuda
  • Bosnia and Herzegowina
  • Brazil
  • Bulgaria
  • Canada
  • Cayman Islands
  • China
  • Costa Rica
  • Croatia
  • Cyprus
  • Czech Republic
  • Denmark
  • Dominican Republic
  • Eritrea
  • Estonia
  • Finland
  • France
  • Germany
  • Greece
  • Guadeloupe
  • Guatemala
  • Hong Kong
  • Hungary
  • Iceland
  • India
  • Indonesia
  • Ireland
  • Israel
  • Jamaica
  • Japan
  • Jordan
  • Kazakhstan
  • Korea
  • Kosovo
  • Latvia
  • Lebanon
  • Lithuania
  • Luxembourg
  • Malaysia
  • Maldives
  • Malta
  • Mauritius
  • Mexico
  • Netherlands
  • New Zealand
  • Norway
  • Panama
  • Paraguay
  • Peru
  • Philippines
  • Poland
  • Puerto Rico
  • Romania
  • Russian Federation
  • Serbia
  • Singapore
  • Slovakia (Slovak Republic)
  • South Africa
  • Spain
  • Sri Lanka
  • Sweden
  • Switzerland
  • Taiwan
  • Thailand
  • Trinidad and Tobago
  • Turkey
  • Turks and Caicos Islands
  • Ukraine
  • United Arab Emirates
  • United Kingdom
  • Uruguay
  • Venezuela
  • Viet Nam
  • Virgin Islands (U.S.)
Candidati
© 2020 Copyright Marchesi Frescobaldi C.F.- P.IVA - iscrizione al Reg. Imprese di Firenze 01770300489, Cap. soc. interamente versato € 14.021.067
info@frescobaldi.it |+39 055/27141
Rispettiamo la tua privacy
Utilizziamo cookie propri e di terze parti per fornire i nostri servizi e migliorare la navigazione e l'esperienza degli utenti. Per maggiori informazioni leggi l'informativa estesa sui cookie.
Cliccando su “Accetta” oppure continuando la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.