Benefizio Riserva

Pomino Bianco Riserva DOC

Sulla strada per Pomino mi emoziono ogni volta a scoprire questo angolo unico di Toscana: colline e cipressi lasciano improvvisamente il posto a pendii scoscesi, temperature più fresche in estate e neve in inverno, magnifici boschi di abeti e sequoie secolari che circondano i vigneti di Chardonnay, piantato qui già dal 1855. A 700 metri d'altitudine nasce nel 1973 il Cru Benefizio, primo vino bianco in Italia fermentato e maturato in barriques.

Benefizio Riserva
Benefizio Riserva
Benefizio Riserva
Benefizio Riserva
Benefizio Riserva
Benefizio Riserva
Benefizio Riserva
Benefizio Riserva
Benefizio Riserva
Benefizio Riserva
Benefizio Riserva
Benefizio Riserva
Benefizio Riserva
Benefizio Riserva
Benefizio Riserva
Benefizio Riserva
Benefizio Riserva
Benefizio Riserva
Benefizio Riserva
Benefizio Riserva
Benefizio Riserva
Benefizio Riserva
Benefizio Riserva
Benefizio Riserva
2019
2018
2017
2016
2015
2014
2013
2012
2011
2010
2009
2008
2007
2006
2005
2004
2003
2002
2001
2000
1999
1998
1997
1996
Andamento climatico
Vinificazione e maturazione
Note degustative

Dopo un inverno non troppo piovoso, il germogliamento dei vigneti a Pomino è stato piuttosto precoce: le gemme hanno cominciato a schiudersi con i primi tepori di inizio aprile. Solo nei primi 15 giorni di questo mese, tutte le viti mostravano tralci con numerosi germogli. Contrariamente alle medie del periodo, le temperature registrate nelle settimane successive sono state ben al di sotto della media: il mese di maggio 2019 è stato il più freddo e il più piovoso degli ultimi 10 anni. La fioritura perciò non è stata particolarmente precoce e si è conclusa nella seconda decade di giugno, mese che rispetto al precedente è stato climaticamente l’opposto: pochissima pioggia e alte temperature. Le settimane di giugno sono state solo il preludio di una stagione calda e lunga. Giacendo ad altitudini fino a 700 m s.l.m. le viti hanno potuto sfruttare l’alternanza di giornate soleggiate e notti fresche, per mantenere le uve sane ed equilibrate fino a vendemmia.

Vinificazione e maturazione: Il vigneto Benefizio si trova ad un’altitudine di 700 m s.l.m., con un’esposizione a sud ed un suolo prevalentemente sabbioso. Le uve di Chardonnay sono state vendemmiate in cassette a mano con estrema cura ed attenzione. Una volta arrivate in cantina, la pressatura a cui sono state sottoposte è risultata estremamente soffice e delicata, consentendo già in partenza una buona estrazione di mosto limpido, ulteriormente chiarificato dopo decantazione a freddo. I mosti così ottenuti sono stati messi in barriques, per il 50% nuove e per il 50% di primo passaggio, dove hanno svolto la fermentazione alcolica e solo parzialmente quella malo-lattica. Successivamente il vino è maturato in legno, sulle fecce, con bâtonnage effettuati in base a necessità. Dopo l’ulteriore periodo di affinamento in bottiglia, Benefizio Riserva ha raggiunto la sua massima espressione gusto-olfattiva in termini di eleganza ed armonia.

Note organolettiche: Con la vendemmia 2019 Benefizio si racconta, ancora una volta, con estrema eleganza. Il suo colore giallo paglierino brillante con riflessi dorati è preludio di una bellissima struttura. Il bouquet spazia dal frutto, al fiore, alla spezia per terminare con delicate note terziarie. L’iniziale sentore agrumato, che ricorda la buccia di arancia candita ed il pompelmo rosa, si fonde con quello tropicale di ananas. Le note floreali, che si presentano in un secondo momento ricordano l’acacia, la mimosa e la magnolia. Il tempo regala una prosecuzione su vaniglia, cannella, nocciola tostata e sul pungente pizzicore del ginger. Al palato conferma la sua indiscutibile eleganza rivelandosi strutturato, cremoso, sapido e dal solido e lungo finale.

Formati Disponibili: (0,75 l), Magnum (1,5 l)

Andamento climatico

Dopo un inverno non troppo piovoso, il germogliamento dei vigneti a Pomino è stato piuttosto precoce: le gemme hanno cominciato a schiudersi con i primi tepori di inizio aprile. Solo nei primi 15 giorni di questo mese, tutte le viti mostravano tralci con numerosi germogli. Contrariamente alle medie del periodo, le temperature registrate nelle settimane successive sono state ben al di sotto della media: il mese di maggio 2019 è stato il più freddo e il più piovoso degli ultimi 10 anni. La fioritura perciò non è stata particolarmente precoce e si è conclusa nella seconda decade di giugno, mese che rispetto al precedente è stato climaticamente l’opposto: pochissima pioggia e alte temperature. Le settimane di giugno sono state solo il preludio di una stagione calda e lunga. Giacendo ad altitudini fino a 700 m s.l.m. le viti hanno potuto sfruttare l’alternanza di giornate soleggiate e notti fresche, per mantenere le uve sane ed equilibrate fino a vendemmia.

Vinificazione e maturazione

Vinificazione e maturazione: Il vigneto Benefizio si trova ad un’altitudine di 700 m s.l.m., con un’esposizione a sud ed un suolo prevalentemente sabbioso. Le uve di Chardonnay sono state vendemmiate in cassette a mano con estrema cura ed attenzione. Una volta arrivate in cantina, la pressatura a cui sono state sottoposte è risultata estremamente soffice e delicata, consentendo già in partenza una buona estrazione di mosto limpido, ulteriormente chiarificato dopo decantazione a freddo. I mosti così ottenuti sono stati messi in barriques, per il 50% nuove e per il 50% di primo passaggio, dove hanno svolto la fermentazione alcolica e solo parzialmente quella malo-lattica. Successivamente il vino è maturato in legno, sulle fecce, con bâtonnage effettuati in base a necessità. Dopo l’ulteriore periodo di affinamento in bottiglia, Benefizio Riserva ha raggiunto la sua massima espressione gusto-olfattiva in termini di eleganza ed armonia.

Note degustative

Note organolettiche: Con la vendemmia 2019 Benefizio si racconta, ancora una volta, con estrema eleganza. Il suo colore giallo paglierino brillante con riflessi dorati è preludio di una bellissima struttura. Il bouquet spazia dal frutto, al fiore, alla spezia per terminare con delicate note terziarie. L’iniziale sentore agrumato, che ricorda la buccia di arancia candita ed il pompelmo rosa, si fonde con quello tropicale di ananas. Le note floreali, che si presentano in un secondo momento ricordano l’acacia, la mimosa e la magnolia. Il tempo regala una prosecuzione su vaniglia, cannella, nocciola tostata e sul pungente pizzicore del ginger. Al palato conferma la sua indiscutibile eleganza rivelandosi strutturato, cremoso, sapido e dal solido e lungo finale.

Formati Disponibili: (0,75 l), Magnum (1,5 l)

Castello Pomino

Eleganza e femminilità. Una gemma nascosta che si rivela tra i boschi delle montagne fiorentine.

Castello Pomino

Pomino Vinsanto

Aromatico e seducente

Pomino Vinsanto
Pomino Vinsanto

Pomino Vinsanto

Aromatico e seducente

Pomino Vendemmia Tardiva
Pomino Vendemmia Tardiva

Pomino Vendemmia Tardiva

Pieno, vellutato e cremoso

Pomino Pinot Nero
Pomino Pinot Nero

Pomino Pinot Nero

Fine e fruttato

Pomino
Pomino

Pomino

Raffinato ed elegante

Leonia Pomino Rosé
Leonia Pomino Rosé

Leonia Pomino Rosé

Inaspettato

Leonia Pomino Brut
Leonia Pomino Brut

Leonia Pomino Brut

Audace

Trova l'enoteca più vicina a te

DoveAcquistare

Trova l'enoteca più vicina a te
Scopri dove puoi trovare i vini che ami​
© 2020 Copyright Marchesi Frescobaldi società agricola S.r. l. unipersonale - Sede Legale : Via S. Spirito, 11 - 50125 FIRENZE - Sede Amministrativa: Via Aretina 120, 50065 Sieci – Pontassieve (Firenze) C.F.- P.IVA - iscrizione al Reg. Imprese di Firenze 01770300489, Cap. soc. interamente versato € 14.021.067
info@frescobaldi.it |+39 055/27141
Rispettiamo la tua privacy
Utilizziamo cookie propri e di terze parti per fornire i nostri servizi e migliorare la navigazione e l'esperienza degli utenti. Per maggiori informazioni leggi l'informativa estesa sui cookie.
Cliccando su “Accetta” oppure continuando la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.