Degustazione vino in Toscana

La Toscana è una delle regioni italiane più visitate al mondo per la ricchezza della sua storia e per avere visto nascere e crescere grandi artisti come Leonardo da Vinci e Michelangelo Buonarroti che durante il Rinascimento, hanno illuminato l’Italia e il mondo con la loro arte e scienza.
La Toscana è visitata da turisti di ogni provenienza, anche per le meravigliose opere architettoniche che la rendono unica al mondo, come la basilica di Santa Maria del Fiore e Ponte Vecchio a Firenze, Piazza del Campo a Siena, Piazza dei Miracoli e la torre pendente di Pisa, le antichissime torri di San Gimignano e tanti altri piccoli borghi, castelli e pievi medievali.
La Toscana è divenuta famosa nel mondo anche per la straordinaria vocazione vitivinicola delle sue colline, dall’Appennino fino al mare Tirreno: luoghi unici come Montalcino, il Chianti, Bolgheri, Pomino, la Maremma sono oggi meta di appassionati e wine lovers che attraverso tour enogastronomici e degustazioni, visitano le tenute e scoprono le realtà che le rendono uniche.
A pochi km da Firenze, circa 30 minuti di auto, è possibile fare dei wine tasting e visitare 3 tenute Frescobaldi, in zone di grande interesse enologico come il i Colli Fiorentini, il Chianti Rufina e Pomino.
Sui Colli Fiorentini è possibile visitare e fare wine tasting nella più antica tenuta della famiglia Frescobaldi, la cui produzione vitivinicola risale al 1300: siamo a Castiglioni, dove il terroir è particolarmente vocato per la produzione di vini di grande espressione a base di Merlot e Cabernet, sempre con una presenza di Sangiovese, per assicurare un tocco di toscanità.
Nel Chianti Rufina, a est di Firenze, si sale verso l’Appennino, fino a 300-400 metri dove l’antico Castello Nipozzano domina da secoli i suoi vigneti: qui è possibile visitare la tenuta, le cantine del castello e anche pernottare nell’antico borgo medievale. Si possono poi fare degustazioni e wine tasting abbinando a specialità gastronomiche i vini della tenuta, due Nipozzano Chianti Rufina Riserva, di cui il Vecchie Viti prodotto da vigneti con oltre 40 anni di età, il Montesodi, cru di Sangiovese prodotto dal 1974 e il Mormoreto, Cru di Cabernet, Sangiovese e Petit Verdot, presenti nella tenuta di Nipozzano da oltre 150 anni e considerate ormai autoctone a Nipozzano.
Continuando a salire sull’Appennino si arriva a Pomino, la tenuta più alta della Toscana con vigneti che superano i 700 metri di altitudine: qui è il regno dell’eleganza, dove lo Chardonnay e il Pinot Noir, presenti in tenuta dal 1855, regalano espressioni uniche come il Leonia Metodo Classico Brut e Rosè, il Pomino Bianco e il Pomino Benefizio Riserva, il Pomino Pinot Nero e un Vinsanto prodotto in quantità limitatissime. E’ possibile visitare Pomino e le sue cantine (le prime cantine a gravità costruite in Italia), fare degustazioni e wine tasting e anche pernottare nell’antica Villa rinascimentale, circondata da sequoie e straordinari alberi secolari.