Le etichette Frescobaldi tra i migliori vini del mondo

Ogni anno riviste specializzate e guide di settore eleggono i migliori vini del mondo, stilando classifiche e conferendo premi dedicati al vino. Molte delle etichette Frescobaldi sono state insignite di questi importanti riconoscimenti, a conferma della loro qualità e dell’unicità dei terroir. Vediamo insieme quali sono i vini che hanno ottenuto i punteggi più alti.

Come si attribuiscono i punteggi dei vini?

Esistono due metodi di valutazione dei vini: la scala Parker e la scala Robinson.

Il primo sistema è stato inventato nel 1978 da Robert Parker, uno dei critici più influenti, una vera autorità nel mondo del vino.

La scala Parker va dai 50 ai 100 punti, nello specifico:

96-100 - Straordinario: di carattere complesso e profondo, è un prodotto formidabile che sfoggia tutte le caratteristiche che ci si aspettano da un vino della sua categoria. Sforzarsi di cercare, comprare e assaporare i vini di questo gruppo vale sicuramente la pena.
90-95 - Eccezionale: di eccellente complessità e grande carattere. Un acquisto davvero ottimo.
80-89 - Da appena sopra la media a molto buono: dimostra una buona combinazione di finezza e sapore, con carattere e senza notevoli pecche.
70-79 - Medio: in sostanza si tratta di un vino di media qualità, senza particolari distinzioni, schietto e innocuo, ma ben fatto. Adatto a palati poco esigenti.
60-69 - Sotto la media: contiene errori notevoli, come eccessiva acidità o tannicità, insipido o che presenta aromi sgradevoli.
50-59 - Pessimo: un vino considerato inaccettabile o di scarso interesse per il consumatore esperto.

Se il punteggio è indicato tra parentesi significa che il vino è stato degustato dalla botte.

(Fonte: Italvinus)

La seconda tipologia di valutazione dei vini prende invece come riferimento la scala creata da Jancis Robinson, critica britannica che valuta i vini che assaggia assegnando loro un punteggio in ventesimi.

Ecco nel dettaglio cosa indica ogni valore:

20 Veramente eccezionale
19 Impressionante
18 Più che superiore
17 Superiore
16 Distinto
15 Medio, una bevanda perfettamente piacevole senza difetti ma non molto eccitante
14 Mortalmente noioso
13 Borderline difettoso o sbilanciato
12 Difettoso o sbilanciato 

 

In entrambi i casi la logica è sempre la stessa: maggiore è il punteggio, migliore è il vino.

Fatte queste dovute premesse, passiamo ora in rassegna alcuni tra i più prestigiosi wine magazine e vediamo quali punteggi hanno dato ai vini Frescobaldi.

 

Wine Spectator

Ogni anno Wine Spectator recensisce oltre 15.000 vini, avvalendosi di un team di esperti e critici enologici e attribuendo a ogni etichetta un punteggio in centesimi (secondo la scala Parker) che tradotto in italiano suona più o meno così:

95-100 classico
90-94 eccellente
85-89 molto buono
80-84 buono
75-79 sufficiente
50-74 non raccomandato

Due sono i concetti che guidano ogni recensione:

•          Esperienza degli editor che si occupano della redazione delle note degustative

•          Integrità fondata sugli assaggi alla cieca. Ogni vino viene infatti valutato senza conoscerne prezzo e brand, così da poter garantire totale assenza di pregiudizio.

 

Tra le etichette Frescobaldi che hanno raggiunto i punteggi più alti nell’ultima degustazione ci sono:

•          Perano Rialzi 2016 con 94 punti

•          Giramonte 2016 con 93 punti

•          Castelgiocondo 2015 con 93 punti

•          Mormoreto 2016 con 92 punti

•          Ripe al Convento 2014 con 90 punti

 

The Wine Advocate

Robert Parker, meglio noto come l’avvocato del vino, ha fondato nel 1978 una rivista che oggi è uno dei punti di riferimento per il settore enologico e che negli anni è riuscita a raggiungere il traguardo considerevole di oltre 45.000 abbonati.

Il suo fondatore, come abbiamo accennato all’inizio di questo articolo, è anche l’inventore dell’omonima classificazione che dà un voto ai migliori vini del mondo, ed è tutt’oggi utilizzata da moltissimi critici enologici.

Nello specifico, i suoi punteggi permettono di classificare i vini come:

96-100 straordinari
90-95 eccellenti
80-89 da appena sopra la media a molto buoni
70-79 media qualità
60-69 sotto la media
50-59 scarsi

Nel 2021 ben 6 etichette Frescobaldi si sono aggiudicate il punteggio di eccellenza:

•          Perano Rialzi 2016 con 95 punti 

•          Giramonte 2016 con 95 punti 

•          Ripe al Convento 2015 con 94 punti

•          Mormoreto 2016 con 93 punti

•          Castelgiocondo 2016 con 93 punti 

•          Nipozzano 2016 con 92 punti

Decanter

Il Decanter World Wine Awards (DWWA) è il più grande e prestigioso concorso vinicolo al mondo. Giunto alla 18esima edizione, riunisce i più autorevoli esperti internazionali di vino e i migliori professionisti del wine business, incaricandoli di un rigoroso quanto affidabile processo di degustazione, selezione e votazione.

Decanter utilizza entrambi i modelli (Parker e Robinson) in una classificazione del tutto personale:

98-100 eccezionale (19,5 - 20 Medaglia dOro)
95-97 straordinario 18,5 - 19,25 Medaglia dOro)
90-94 molto raccomandato (17,25 - 18,25 Medaglia dArgento)
86-89 raccomandato (16 - 16,75 Medaglia di Bronzo)
83-85 lodevole
76-82 passabile
70-75 povero
60-69 difettoso

In attesa dei risultati dell’edizione 2021, ricordiamo le etichette Frescobaldi che hanno ottenuto i punteggi più alti all’ultima degustazione:

•          Castelgiocondo 2015 con 94 punti

•          Perano Rialzi 2016 con 88 punti (Medaglia di Bronzo)

 

JamesSuckling.com

Anche James Suckling è un giornalista e critico enologico con una lunga esperienza che ha deciso di recensire, nel suo sito, i vini che assaggia, assegnando ad ognuno un punteggio.

La sua classificazione è una rivisitazione del modello Parker e prevede solamente 3 fasce:

+95 punti (A+): vino assolutamente da comperare, del quale vorrei bere una bottiglia intera
90-95 punti (A): vino eccezionale, di cui bevo volentieri un bicchiere
< 88 punti: vale comunque la pena acquistarlo, ma procedi con cautela

 

Le già citate etichette Frescobaldi rientrano tutte nei primi due gruppi (A e A+), con i seguenti punteggi:

•          Ripe al Convento 105 con 97 punti

•          Perano Rialzi 2016 con 96 punti

•          Mormoreto 2017 con 95 punti

•          Castelgiocondo 2016 con 95 punti

•          Giramonte 2017 con 95 punti

•          Aurea Gran Rosé 2018 con 93 punti

•          Nipozzano 2017 con 92 punti

 

Falstaff

Infine c’è Falstaff, rivista enoica fondata nel 1980 in Austria e oggi molto conosciuta nel settore enogastronomico-turistico dei paesi di lingua tedesca.

Anche in questo caso la scala utilizzata è quella dei 100 punti ed ecco quali voti hanno ottenuto i vini Frescobaldi:

•          Ripe al Convento 2015 con 96 punti

•          Castelgiocondo 2016 con 95 punti

•          Perano Rialzi 2016 con 94 punti

•          Mormoreto 2016 con 95 punti

•          Nipozzano 2016 con 92 punti

•          Giramonte 2016 con 95 punti

 

I bicchieri del Gambero Rosso

Chiudiamo questa rassegna di premi enologici con un riconoscimento tutto italiano: i bicchieri del Gambero Rosso. La più longeva guida italiana di vini valuta le diverse etichette attribuendogli dei bicchieri.

Il riconoscimento più alto (equiparabile a un voto dai 91 punti in su) è quello dei 3 bicchieri, conquistato quest’anno dal Nipozzano 2017 e dal Ripe al Convento 2014.

Scendendo nella classifica troviamo il Castelgiocondo 2015 che ha conquistato 2 bicchieri rossi, essendo arrivato fino alla fase finale, e il Mormoreto 2017 con 2 bicchieri neri. La classificazione a 2 bicchieri equivale a un punteggio che va dai 78 agli 84 punti e che premia quei vini valutati tra buoni e ottimi.

Sfoglia il nostro sito per scoprire le note degustative e i giusti abbinamenti per ogni vino.

© 2020 Copyright Marchesi Frescobaldi 個人納税者番号 - 付加価値税登録番号 -フィレンツ商業登記 01770300489 全額払込資本金 € 14.021.067
info@frescobaldi.it |+39 055/27141