18 Set 2015
Frescobaldi per Gorgona

Frescobaldi per Gorgona nasce ad agosto 2012 e, prima ancora di essere un vino, è un progetto pluriennale con valenza sociale che nasce grazie alla collaborazione tra l’azienda vitivinicola toscana e l’isola Gorgona, parte del Parco Nazionale Arcipelago Toscano e sede di una colonia penale, realizzata inizialmente come succursale di quella di Pianosa nel 1869.

Gorgona oggi è l’ unica isola-penitenziario rimasta in Italia e rappresenta un esempio felice di sistema penitenziario: qui i detenuti trascorrono l’ultimo periodo del loro periodo detentivo, lavorando e vivendo a contatto con la natura, cercando un’opportunità per reinserirsi nella realtà lavorativa e nella comunità sociale.

E’ in questo ambito che Frescobaldi ha ideato, in collaborazione con la Direzione della colonia penale, un progetto il cui obiettivo è permettere ai detenuti dell’isola di fare un’esperienza concreta e attiva nel campo della viticoltura. I detenuti, con la collaborazione e la supervisione degli agronomi e degli enologi di Frescobaldi coltivano un ettaro di vigneto dell’isola.

A febbraio 2015 i detenuti, coordinati dagli enologi di Frescobaldi, hanno impiantato un altro ettaro di vermentino sull’isola: obiettivo, coinvolgere nel lavoro in vigna più detenuti e ottenere (tra 4 anni) un vino di qualità migliore. A giugno 2015, in occasione della presentazione della nuova vendemmia (Gorgona 2014) viene presentata la partnership del progetto Frescobaldi per Gorgona con Cescot, agenzia espressione di Confesercenti Firenze, attiva nel campo della formazione: obiettivo è quello di sostenere un detenuto, una volta uscito dal carcere, offrendogli un corso di formazione nel settore della ristorazione e uno stage in un ristorante di Firenze.